Legge e finanza. La protezione dei soggetti deboli nel mondo globalizzato

Legge e finanza. La protezione dei soggetti deboli nel mondo globalizzato

Nel modello del cosiddetto "libero mercato globalizzato", la libertà di investimenti senza restrizioni, di privatizzazioni senza limiti, lascia agli operatori finanziari la forza di agire unicamente inseguendo la legge del "massimo profitto".

Ne deriva una "finanza" senza regole che ha determinato profonde disuguaglianze tra Paesi ricchi e Paesi poveri. E la situazione di povertà, in questo contesto, colpisce anche i soggetti deboli ed è particolarmente drammatica per le donne, se si pone mente che il benessere dei bambini, per nascere e crescere con i diritti garantiti dalla "dichiarazione universale dei diritti del fanciullo", dipende massimamente dalle risorse di cui dispone la madre.