Tiro alla fune

Tiro alla fune

di Daniela Andreotti

Anna, Giulia, Sara e Caterina. Quattro amiche per la pelle, quattro solide colonne contro il vento della vita. La loro unione è a prova di matrimoni falliti, abbandoni incomprensibili, fatalità insormontabili: non appena i loro occhi si incrociano, non appena le loro spalle si toccano, tutto diviene possibile. Insieme, il mondo è meno crudele di come appare. Una cena al mese è il rimedio a ogni sventura, ma se occorre, poche telefonate e un incontro SOS rimettono in piedi la giornata. Soprattutto quando Roberto confessa l'inconfessabile, quando il desiderio di maternità crolla come una vecchia casa che nessuno vuole più abitare, quando le illusioni portano sull'orlo del precipizio e chiudono gli occhi fino al momento del salto. In perpetuo equilibrio sul baratro, l'amicizia è la forza che tiene salda la fune, che distribuisce pesi e colpe, che taglia a fette il male nella torta della condivisione. L'amicizia è una grande famiglia: chiunque la rispetti entra a farne parte e, insieme a lei, nuove vite e vecchi amori potranno sconfiggere ogni avversità e stendere al tappeto le intemperanze della vita. Un brioso antidoto contro gli infidi veleni dell'essere uomini e donne oggi, un romanzo per uscire indenni dal labirinto dei rapporti personali, un inno al sole dell'amicizia.