Residui di Stato. Tra psicodramma e cyber-anarchia. Terrorismo, immigrazione, debito, internet

Residui di Stato. Tra psicodramma e cyber-anarchia. Terrorismo, immigrazione, debito, internet

di Miro Renzaglia

Schiacciato dai poteri delle aristocrazie tecniche ed economico-finanziarie, lo stato-nazione perde progressivamente sovranità. Smaterializzandosi, lascia che i suoi epifenomeni residuali - terrorismo, immigrazione, debito, internet - agiscano sulla scena planetaria senza controllo né possibilità di interdizione efficace. Si realizza, così, il passaggio a quella che l'autore definisce "Società dello Psicodramma" che annulla i fattori di separazione fra attori e spettatori già caratteristica della precedente "Società dello Spettacolo", analizzata da Guy Debord. Il cambio di orizzonte lascia incerti gli esiti futuri, sospesi fra l'ipotesi di un super stato globalizzato e quella di un "senza stato", già evidente in alcune teorizzazioni e pratiche cyber-anarchiche.