Storie della piazza e altre ancora

Storie della piazza e altre ancora

di Antonio Daniele

"Conosco il silenzio della Piazza, il tempo infinito, il caldo appiccicoso e il freddo che ti assaliva all'ultimo legno del camino, i geloni ai piedi, il pettegolezzo, la maldicenza, la fame, il puzzo della notte, le mosche, le lacrime di mia madre, i silenzi della nonna e i suoi riti d'una profonda fede superstiziosa, le scarpe rabberciate col fil di ferro, i pantaloni con le pezze, le fughe, i libri che non c'erano..."