Fino a sentirne il canto

Fino a sentirne il canto

di Vincenzo D'Ambrosio

"Le fantasie, le malinconie e i sogni di un 'uomo di mezza estate', un viaggiatore dei sogni, prendono la forma di versi liberi; così, senza troppi riguardi linguistici, si possono raccontare passioni e desideri, attraversare dimensioni più meno reali, stemperare le tristezze o spiare la felicità, infilando le parole come perline di una lunga collana".